Terremoto Centro Italia

Attivi i numeri della Protezione Civile: 800840840 e della sala operativa della Protezione Civile Lazio: 803555

24/08/2016 - Terremoto: già dalle prime ore di questa notte, oltre ai soccorsi con i mezzi della Protezione civile, il 118 ha attivato 3 elicotteri dedicati e 6 mezzi su gomma a supporto di quelli già al lavoro. Sono in viaggio le colonne mobili per allestire due punti medici avanzati ad Amatrice.

È in corso il trasferimento dei pazienti dall’ospedale di Amatrice a quello di Rieti.

Attivi i numeri del Contact Center della Protezione Civile: 800840840 e della Sala Operativa della Protezione Civile Lazio: 803555

È inoltre partita la colonna mobile regionale composta da 4 cucine da campo, 20 macchine movimento terra e 71 tende con circa 500 posti letto disponibili.

Sul posto sono al lavoro 25 squadre con volontari di protezione civile, 30 persone del Soccorso alpino (15 ad Amatrice e 15 ad Accumoli) e sei cani da ricerca.

Il 118 ha messo a disposizione i mezzi per l’allestimento di 4 punti medici avanzati: uno già attivo ad Amatrice e uno in procinto di installazione ad Accumoli. Altre due strutture sono pronte per essere allestite in relazione alle necessità.

Stanno operando sul posto 40 ambulanze (30 della Regione Lazio e 10 fornite della Regione Abruzzo) e 7 elicotteri (3 della Regione Lazio e 4 forniti dalla Protezione civile nazionale) che trasportano feriti più gravi negli ospedali romani.

Cotral comunica che è attiva da questa mattina una navetta da e per Amatrice a supporto dei servizi di emergenza nel territorio colpito dal terremoto.
Tutte le corse dal deposito di Amatrice sono attualmente sospese, il servizio è invece regolare a Rieti e negli altri Comuni della provincia. L'azienda, in costante contatto con le autorità, è a disposizione per qualsiasi servizio straordinario a favore delle popolazioni colpite dal terremoto.
 
 
AGGIORNAMENTO REGIONE LAZIO
 
Disposta l'apertura straordinaria dei centri trasfusionali di Roma e Rieti per far fronte all'esigenza di sangue dopo il terremoto. Chi è in possesso dei requisiti per donare il sangue è invitato a recarsi nei centri che saranno aperti in via straordinaria senza limiti di orario, in particolar modo quello dell'ospedale di Rieti San Camillo de Lellis, in viale J.F. Kennedy, 1.

Qui tutti i punti dove è possibile donare il sangue

Disposta anche l'attenuazione delle attività chirurgiche non urgenti programmate per poter mettere a disposizione dell'emergenza le sale operatorie e le terapie intensive. Si sta predisponendo, inoltre, presso la Asl di Rieti un'équipe regionale di psichiatri e psicologi per garantire il supporto alle persone più fragili e agli anziani.
 
AGGIORNAMENTO REGIONE LAZIO
 
Nelle zone terremotate di Amatrice e Accumoli sono state finora allestite aree di accoglienza per complessivi 1.430 posti.

le aree sono così suddivise:        

•             2 ad Amatrice – una da 250 posti letto gestita dalla protezione civile della Regione Lazio e la seconda sempre da 250 posti gestita dalla protezione civile nazionale;

•             1 nella frazione Sant’Angelo – di 250 posti gestita dall’associazione Roe Abruzzo.

•             3 nel Comune di Accumoli – una da 250 posti gestita dalla Protezione civile della Regione Lazio, una a Ponte del Campo da 150 posti gestita dalla Regione Abruzzo e una da 200 posti a Grisciano gestita sempre dalla Regione Abruzzo.

•             1 a Rocca Salli – da 80 posti in una struttura già esistente.

La colonna mobile regionale partita è composta da 4 cucine da campo, 20 macchine movimento terra e 71 tende con circa 500 posti letto disponibili. Sul posto sono al lavoro 25 squadre con volontari di protezione civile, 30 persone del Soccorso alpino (15 ad Amatrice e 15 ad Accumoli) e sei cani da ricerca.
Sin dalle prime ore del mattino sono operative circa 80 associazioni con oltre 200 volontari nelle zone colpite dal sisma. Per quanto riguarda i mezzi della colonna mobile inviata dalla protezione civile della Regione Lazio sono operativi: 12 pick-up, 2 stralis (camioncini), 2 polisoccorso, 2 bob-cat, 2 rimorchi torre-faro con gruppo elettrogeno e 2 cucine da campo. In aggiunta alla Colonna mobile sono a disposizione e operativi anche ulteriori 9 bob-cat, 2 mini pala, 3 mini escavatore, 2 camion con braccio, 1 terna, 1 faro con gruppo elettrogeno e 11 unità cinofile.
 
ll 118 ha messo a disposizione i mezzi per l’allestimento di 4 punti medici avanzati: uno già attivo ad Amatrice e uno in procinto di installazione ad Accumoli. Altre due strutture sono pronte per essere allestite in relazione alle necessità. Stanno operando sul posto 40 ambulanze (30 della Regione Lazio e 10 fornite della Regione Abruzzo) e 7 elicotteri (3 della Regione Lazio e 4 forniti dalla Protezione civile nazionale) che trasportano feriti più gravi negli ospedali romani.

Per prevenire fenomeni di sciacallaggio 17 equipaggi dei Reparti Prevenzione Crimine della Polizia di Stato hanno raggiunto le zone colpite dal sisma.
 
AGGIORNAMENTO GENERALE REGIONE LAZIO
 
25/08/2016 - Terremoto, ecco cosa sta facendo la Regione dalle prime ore dell’emergenza. Tutte le forze dell'ordine sono mobilitate per questa incredibile catastrofe. Da ieri il servizio Ares 118 Lazio ha trasportato 372 pazienti negli ospedali di Roma e Lazio, 36 fuori regione. 29 pazienti sono stati trasportati con eliambulanza negli ospedali di Roma e Lazio e 9 fuori Regione, Ascoli Piceno e L’Aquila. In azione ci sono 70 ambulanze e 8 elicotteri e sono stati coinvolti nelle operazioni di pronto soccorso 12 ospedali del Lazio.

I soccorsi. Il 118 ha messo a disposizione i mezzi per l’allestimento di 4 punti medici avanzati: uno già attivo ad Amatrice e uno in procinto di installazione ad Accumoli. Altre due strutture sono pronte per essere allestite in relazione alle necessità. Sin dalle prime ore del mattino di ieri sono operative dedcine di associazioni con centinaia di volontari nelle zone colpite dal sisma. Operativi anche i mezzi della colonna mobile inviata dalla protezione civile della Regione Lazio: 12 pick-up, 2 stralis, 2 polisoccorso, 2 bob-cat, 2 rimorchi torre-faro con gruppo elettrogeno e 2 cucine da campo. In aggiunta alla Colonna mobile sono a disposizione e operativi anche ulteriori 9 bob-cat, 2 mini pala, 3 mini escavatore, 2 camion con braccio, 1 terna, 1 faro con gruppo elettrogeno e 11 unità cinofile. Partita anche la colonna mobile regionale composta da 4 cucine da campo, 20 macchine movimento terra e 71 tende con circa 500 posti letto disponibili. 

L’intervento della protezione civile. Sono operative circa 150 associazioni e 374 volontari, impegnati nei vari campi di accoglienza, che hanno assistito fino ad ora 435 persone di giorno e 270 di notte. Nello specifico ad Amatrice sono 157 i volontari che hanno assistito 300 persone di giorno e 160 di notte; ad Accumoli 132 volontari che hanno assistito 95 persone di giorno e 95 di notte; ad Illica 85 volontari che hanno assistito 40 persone di giorno e 15 di notte. Sono state allestite, con la protezione civile nazionale, aree accoglienza per 1.550 posti, di cui 500 della regione che aumenteranno nelle prossime ore. 45 mezzi operativi messi a disposizione: con la colonna mobile partiti 14 pickup, 2 stralis (camioncini), 2 polisoccorso, 2 bob cat, 2 rimorchi torre-faro con gruppo elettrogeno e con 6 torri-faro, 2 cucine da campo. in aggiunta alla colonna mobile, abbiamo a disposizione e operativi ulteriori 11 bob cat, 3 minipala, 3 miniscavatore, 2 camion con braccio, 1 terna e un faro con gruppo elettrogeno. Presenti anche 11 unità cinofile.

In collaborazione con Save the Children stiamo attrezzando nei campi due Spazi a Misura di Bambino, luoghi sicuri, gestiti da educatori appositamente formati ed esperti che hanno già lavorato in situazioni simili, in occasione dei terremoti di Ferrara e L’Aquila. In questi spazi bambini e ragazzi riceveranno supporto e potranno svolgere attività psico-educative come disegni e giochi di ruolo. L'obiettivo è quello di aiutarli a recuperare al più presto un senso di normalità in seguito all’evento sismico e sopratutto elaborare il trauma subito, esprimendolo in ogni modo possibile. Lo Spazio di Amatrice sarà operativo già domattina, mentre quello di Accumoli nel fine settimana.

Mezzi e uomini Astral. Astral, l’azienda strade Lazio, immediatamente dopo l’evento sismico, ha richiamato sui luoghi della catastrofe le imprese che abitualmente lavorano nella provincia di Rieti per il servizio di sorveglianza stradale, in particolare c’è stato un grossissimo lavoro che ha riguardato la sr 260 Picente che attraversa la Valle dell'Aterno nel tratto tra L'Aquila Aamatrice, e le infrastrutture viare del comune di Accumoli.

5 milioni di euro per finanziare questa prima fase di soccorsi, integrando la disponibilità ordinaria di risorse della protezione civile.Anche il consiglio regionale ha deciso di destinare specificamente ai comuni del terremoto lo stanziamento di 1.2 milioni di euro originariamente previsto per i comuni del Lazio.

Supporto alle popolazioni colpite: proroghe, sospensioni di termini, esenzioni, gratuità tariffarie, verifiche nei luoghi colpiti. Gli assessori, ognuno secondo le sue competenze, stanno verificando quali atti amministrativi saranno necessari nei prossimi giorni o settimane per consentire alle popolazioni dei comuni interessati e della provincia di Rieti per un ritorno alle minime condizioni di normalità dei cittadini.


Come puoi aiutare?
  • Dona il sangue, abbiamo disposto l'apertura straordinaria dei centri trasfusionali di Roma e Rieti per far fronte all'esigenza di sangue dopo il terremoto. Chi è in possesso dei requisiti per donare il sangue è invitato a recarsi nei centri che saranno aperti in via straordinaria senza limiti di orario, in particolar modo quello dell'ospedale di Rieti San Camillo de Lellis, in viale J.F. Kennedy, 1. Già oltre 1.500 le donazioni che sono arrivate fino a questo momento, una grande dimostrazione di solidarietà. Qui tutti i punti dove è possibile donare il sangue.

  • In queste ore drammatiche tanti ci stanno chiedendo cosa possono fare per dare un aiuto alle popolazioni colpite dal sisma. Per questo abbiamo attivato un conto corrente dove puoi fare una donazione, anche piccola.
    Qui tutte le info.

  • Chi vuole aiutare le popolazioni colpite con mezzi e materiali, può scrivere a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  • Se non strettamente necessario, evita di percorrere la via Salaria così da agevolare il transito dei mezzi di soccorso impegnati tra Roma e Rieti.

  • Se ti trovi nelle zone colpite dal sisma, togli la password WiFi al tuo modem e permetti ad altre persone di accedere ad internet così da alleggerire le reti telefoniche cellulari.

Quali i numeri da contattare in caso di emergenze?


Sono attivi i numeri del contact center della Protezione Civile: 800840840
E della sala operativa della Protezione Civile Lazio: 803555

La Asl di Rieti ha attivato un numero dove puoi chiedere informazioni su parenti e amici e sui ricoveri. Puoi chiamare lo 0746-278019
 
 
AGGIORNAMENTO REGIONE LAZIO
 
30/08/2016 - 

La terra continua a tremare, lo sciamo sismico in atto si è manifestato dalla mezzanotte di ieri alle ore 10,00 (italiane) di questa mattina con circa 17 scosse complessive individuate nelle “zone sismiche” di Rieti, Ascoli Piceno e Macerata (dati INGV).

I NUMERI aggiornati a oggi 30 agosto – Nel comune di Accumoli la situazione rimane al momento pressoché invariata, l’Agenzia regionale gestisce ad Accumoli due campi di accoglienza, presso il Campo sportivo e nella frazione di Illica. Il numero di alloggiati giornalieri si aggira intorno a 134 presenze complessive, assistiti da circa complessivi 80 volontari, appartenenti alle Organizzazioni di volontariato di protezione civile regionali.

A questi due campi si aggiungono i campi in località Grisciano e Fonte del Campo, gestiti dalla Regione Abruzzo, e quello presente nella frazione di Roccasalli, gestito dalla Croce Rossa Italiana.

Per il comune di Amatrice la situazione aggiornata ad oggi prevede un incremento delle presenze degli ospiti e delle forze in campo. La Regione Lazio gestisce 4 campi principali, più 8 “microcampi”, predisposti in alcune frazioni minori. I 4 grandi campi sono allestiti nel “Campo sportivo su terra battuta”, presso l’abitato di Amatrice, ed nelle frazioni di Scai, Sommati e Saletta.

Gli ospiti complessivi dei 12 campi sono circa 650, assistiti da 400 tra volontari e personale dell’Agenzia regionale.

Sempre nel comune di Amatrice sono stati allestiti anche altri otto campi di accoglienza, presenti nel “Campo sportivo su erba”, nel Palazzetto dello sport, nell’Azienda agricola “Lo Scoiattolo” (gestito dalla Regione Friuli Venezia Giulia), nelle frazioni di Torrita -zona 1, zona 2, zona3 (gestiti dalla Regione Molise) e Sant’Angelo (gestione Coordinamento Misericordie) ed in località Musicchio (gestione Regione Toscana)..

 

 

forte scossa tra le province di Macerata e Perugia
26 ottobre 2016

Una forte scossa di terremoto è stata avvertita in tutto il centro Italia. Dai dati forniti dall’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia il terremoto di magnitudo 5.4 è stato registrato tra le province di Macerata e Perugia alle ore 19.10. Le località prossime all’epicentro sono Castelsantangelo sul Nera, Visso, Ussita e Preci. sono in corso le verifiche da parte della Di.coma.c e dei centri territoriali per verificare danni a persone o cose.
Nel frattempo i gestori della viabilità hanno disposto interruzioni dei tratti di viabilità più vulnerabili. Ferrovie dello Stato ha disposto a titolo precauzionale il rallentamento dei treni sulle tratte ferroviarie interessate. Il Capo Dipartimento Fabrizio Curcio sta rientrando in Di.coma.c a Rieti per fare un punto della situazione.

Nuova forte scossa tra Macerata e Perugia
Una nuova forte scossa di terremoto è stata avvertita in tutto il centro Italia. Dai dati forniti dall’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia il terremoto di magnitudo 5.9 è stato registrato tra le province di Macerata e Perugia alle ore 21.18. Le località prossime all’epicentro sono nuovamente Castelsantangelo sul Nera, Visso, Ussita e Preci. Continuano le verifiche da parte della Di.coma.c e dei centri territoriali per verificare danni a persone o cose.

Aggiornamento alle ore 3.00
27 ottobre 2016

Dopo la scossa di magnitudo 5,4 registrata alle 19.10, l'area tra Macerata e Perugia è stata interessata da numerose altre scosse di varia intensità. Alle ore 21.18 è stato registrato un secondo forte evento di magnitudo 5.9 e alle 23.42 una terza scossa di magnitudo 4.6. Le scosse di terremoto sono state avvertite nettamente dalla popolazione di tutto il centro Italia.Subito dopo il primo evento il Capo Dipartimento Curcio ha convocato i vertici delle strutture operative che già dopo il sisma del 24 agosto operavano presso la Di.comac di Rieti. Numerosi i danni ma, al momento, non risultano crolli in cui si sta operando con squadre di ricerca e soccorso.


Sono in corso le verifiche sulle strutture ospedaliere in provincia di Macerata: a Cingoli sono stati evacuati 30 pazienti, a Matelica è stato evacuato il punto di primo intervento ed è in corso l’allontanamento di 17 pazienti. A Tolentino, poi, 5 pazienti sono stati trasferiti in un’altra ala della stessa struttura. E’ stato evacuato il carcere di Camerino e i detenuti sono stati traferiti presso il carcere di Rebibbia a Roma.Si sta provvedendo ad allestire posti letto nelle strutture disponibili sul territorio per offrire accoglienza ai cittadini che, a seguito delle scosse, sono fuori dalle proprie abitazioni.

Numerose criticità alla viabilità che risulta compromessa in molti punti. Risulta chiusa la SS4 Salaria all’altezza di Pescara del Tronto, mentre la SP209 è chiusa da Visso in direzione Terni e da Visso a Muccia. La SP134 è stata chiusa tra Visso e Castel Sant’Angelo sul Nera per caduta massi e tra Villa Sant’Antonio e Muccia per edifici pericolanti e caduta massi. La SP 135 è chiusa tra Visso e Ussita sempre per problemi di caduta massi.

Al momento si registrano circa 400 utenze disalimentate nella Regione Marche e 600 utenze disalimentate nella regione Umbria.

I sindaci dei comuni coinvolti hanno annunciato che giovedì 27 ottobre le scuole di ogni ordine e grado resteranno chiuse.
                                                                                                                                                                                                     Fonte DPC

 
Regione Lazio   803.555
Sede   06.948.77.02
Mobile   339.89.74.470
  338.60.85.899
Mail   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
Mail Sede   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Roma °C
Milano °C
Palermo °C
Londra °C
  24.08.2019 Ferienhaus Ostsee

Iscrizione Albo Regionale
609/92 L.R. n°37 del 11/04/1985

Iscrizione Registro Regionale
n° 659 del 27/04/1999 LL.RR. n° 28 del 28/06/1993 n° 29 del 23/05/1996

Censita D.P.C.
Del. Com. n° 598 del 16/10/1991 - Del. Com. n° 326 del 27/06/1992

Iscrizione n°13 nell'elenco Territoriale
Del. Giunta Reg. n. 109 del 22 maggio 2013
Dir. Presidente Consiglio Ministri Rep. 5300 del 13.11.2012

Calendario Attività

<<  Agosto 2019  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
     1  2  3  4
  5  6  7  8  91011
12131415161718
19202122232425
262728293031 

Accesso Utenti